Dettaglio News
< Pronte le prime immagini raccolte da Solar Orbiter, la sonda alla volta del Sole
17.07.2020 09:59 Età: 26 days
Categoria: HOME

Nicola Giacobbo vince il premio Pietro Tacchini per la migliore tesi di dottorato di carattere astrofisico

17-07-2020, h. 12:00 -DFA


Il prestigioso premio Pietro Tacchini, bandito dalla SAIt ed ormai giunto alla sua XV edizione, viene assegnato ogni anno alla migliore tesi di dottorato di carattere astrofisico. Quest’anno, per l’edizione 2020, è risultato vincitore del premio il Dr. Nicola Giacobbo con la tesi dal titolo “Demography of compact-object binaries in the era of multi-messenger astronomy”.

Durante il suo dottorato, svolto presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia e sotto la supervisione di Michela Mapelli, Nicola Giacobbo ha investigato l’origine di sistemi binari composti da buchi neri e stelle di neutroni.
Questi sistemi si formano dall’evoluzione di binarie di stelle massicce e possono raggiungere la coalescenza per emissione di onde gravitazionali.
Comprendere la loro formazione è quindi essenziale per l’interpretazione delle osservazioni di onde gravitazionali.

“Nel mio lavoro di tesi”, dice Nicola Giacobbo, “ho mostrato come le proprietà delle stelle massicce (quali, ad esempio, la metallicità) e i processi di evoluzione in binaria siano fondamentali per capire la formazione delle sorgenti di onde gravitazionali osservate negli ultimi anni dagli interferometri Virgo e LIGO”.

Attualmente Nicola Giacobbo continua la sua ricerca sulle sorgenti di onde gravitazionali nel gruppo DEMOBLACK dell’Università di Padova, finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca tramite un ERC consolidator grant.