MSCA RISE 2020

MSCA RISE 2020: finanziato il progetto aMUSE

Il Dipartimento di Fisica e Astronomia è uno dei beneficiari di un progetto europeo H2020-MSCA-RISE che intende promuovere collaborazioni internazionali e intersettori ali attraverso scambi di personale.Il progetto, aMUSE, advanced Muon campus in US and Europe contribution, selezionato tra le 408 proposte presentate alla Commissione Europea, è un importante ampliamento del precedente progetto MUSE, 2016–2019.
Il Progetto, finanziato per 1,9 MEuro, coordinerà le attività di circa 80 ricercatori di dodici istituti di ricerca e industrie europee provenienti da Italia, Germania, Portogallo, Svizzera, Francia e Polonia che parteciperanno alla ricerca di Nuova Fisica nel settore dei muoni e alla progettazione di un acceleratore di nuova generazione, un collisore di muoni, presso prestigiosi laboratori di ricerca negli Stati Uniti (Fermilab, BNL, SLAC).
Il progetto coinvolge i due esperimenti del Muon Campus di Fermilab: Muon (g-2) e Mu2e.
 L’esperimento muone (g-2), che acquisisce dati dal 2016, fornirà un miglioramento di un fattore quattro nella precisione della misura diretta del momento magnetico anomalo del muone e farà luce sulla discrepanza tra questa misura e le previsioni del Modello Standard.
Mu2e è dedicato alla ricerca della Charged Lepton Flavor Violation (CLFV), con l'obiettivo di migliorare di quattro ordini di grandezza la sensibilità di scoperta per la conversione di un muone in un elettrone, non ancora osservata. Rispetto al progetto precedente, aMUSE propone la creazione di una rete Europa-USA per lo studio e lo sviluppo di fasci di muoni, in particolare un collisore alle più alte energie mai pensate per un acceleratore leptonico, multi-TeV.
Lo studio di fattibilità di un collisore di muoni ad alta energia, fatto da MAP, Muon Accelerator Program, in passato è è stato ripreso recentemente anche grazie al progetto BIRD181240 / 18, “Study of mutli-TeV muon collider limitations due to collider background induced radiation” finanziato da DFA e trova in aMUSE una continuazione a livello europeo.
Donatella Lucchesi, professore ordinario presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia, coordina le attività dei Muon Beams all'interno di aMUSE.
È tra i proponenti dei nuovi studi di fattibilità su Muon Collider.
È membro della collaborazione LHCb al CERN e ha collaborato per diversi anni con l'esperimento CDF al collisore Tevatron al Fermilab.

The Department of Physics and Astronomy is one of the beneficiaries of a H2020-MSCA-RISE European project that wants to promote international and intersectoral collaborations by means of secondments of personnel.
The project, aMUSE, advanced Muon campus in US and Europe contribution, selected among the 408 proposals submitted to the European Commission, is an advanced upgrade of the 2016-2019 MUSE.
The Project, funded for 1.9 MEuro, will coordinate the activities of about 80 researchers from twelve European research institutes and industries from Italy, Germany, Portugal, Switzerland, France and Poland participating to the search for New Physics in the muon sector and to the design of a new generation accelerator, a muon collider, in high-profile US laboratories (Fermilab, BNL, SLAC).
The project involves the two Fermilab Muon Campus Experiments: Muon (g-2) and Mu2e. Muon (g-2), which takes data since 2016, will provide a factor of four improvement in the precision of the anomalous magnetic momentum of the muon and will shed light on the discrepancy between this measurement and the Standard Model predictions.
Mu2e is devoted to the search of the Charged Lepton Flavour Violation (CLFV), with the goal of improving by four order of magnitudes the discover sensitivity for the conversion of a muon to an electron, not yet observed. With respect to the previous project, aMUSE proposes the creation of a European-USA network for the development of muon beams, in particular a muon collider at the energy frontier in the multi-TeV range.
The investigation of the feasibility of a high energy muon collider, started by the MAP, Muon Accelerator Program, years ago has been renewed thanks also to the project BIRD181240/18, “Study of mutli-TeV muon collider limitations due to collider background induced radiation” funded by DFA and find in aMUSE a continuation at European level.
Donatella Lucchesi, full professor at the Department of Physics and Astronomy, coordinates the activities of the Muon Beams inside aMUSE.
She is one of the proponents of the renewed Muon Collider studies.
She is member of the LHCb collaboration at CERN and she collaborated for several years with CDF experiment at the Tevatron collider at Fermilab.