Federico Neresini

Federico Neresini

(Ph.D. in Sociologia e Ricerca Sociale, Trento 1992) è docente di “Scienza, Tecnologia e Società” nel Corso di Laurea Magistrale in Sociologia presso l’Università di Padova; sempre a Padova, insegna “Sociologia della Conoscenza” nel Corso di Laurea in Scienze Sociologiche, che attualmente presiede. Fa parte del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in “Scienze Sociali: Interazioni, Comunicazione, Costruzioni Culturali”. Ha contribuito come socio-fondatore alla nascita di STS-Italia (Società Italiana di Studi Sociali sulla Scienza e la Tecnologia – www.stsitalia.org) e di Observa – Science in Society (www.observa.it), di cui è anche Presidente. Fa parte del comitato scientifico delle riviste “Rassegna Italiana di Sociologia” e “Tecnoscienza”.

Il suo principale ambito di ricerca riguarda la sociologia della scienza, in particolare la comunicazione pubblica della scienza, le rappresentazioni sociali della scienza e i processi di partecipazione dei cittadini nei processi decisionali riguardanti problematiche di carattere tecno-scientifico. Negli ultimi anni si è occupato soprattutto di biotecnologie, con particolare attenzione alla fecondazione artificiale e alla clonazione, e di nanotecnologie. Ha pubblicato numerosi saggi e articoli anche su riviste internazionali (Nature, Science, Public Understanding of Science, Nanotechnology Perceptions, New Genetics & Society, Science Communication), oltre ad alcuni volumi fra i quali “Cellule e cittadini. Biotecnologie nella sfera pubblica” (insieme a M. Bucchi), Sironi (2006) e più recentemente “Il nano-mondo che verrà”, il Mulino (2011).