Computer quantistici

Il più grande "gatto di Schroedinger" mai realizzato

Il gruppo di ricerca del nostro collega Simone Montangero, in collaborazione con l’Università di Harvard, il Massachusetts Institute of Technology (MIT), il California Institute of Technology, le Università Berkeley e di Ulm e il Centro di Ricerche di Jülich (FZJ) - ha pubblicato sulla rivista «Science» i risultati di un nuovo esperimento che mostra un decisivo passo avanti verso la generazione di stati intrecciati (entangled) a molti qubits.
La possibilità di costruire i futuri computer quantistici, e di poterne sfruttare le enormi potenzialità di calcolo, si basa proprio sulla capacità di preparare sistemi entangled a larga scala, ossia sistemi composti dal numero più alto possibile di qubits intrecciati.

Per maggiori informazioni
L’articolo originale